DONOSTIA-Il lehendakari Iñigo Urkullu ha evidenziato il contributo di Victoria Cañas, Gurutz Linazasoro, Fernando Salamero e Ignacio Uria, quest’ultimo assassinato da ETA in 2008, per” preservare e rafforzare ” i valori che l’azienda basca rappresenta, motivo per cui tutti sono stati riconosciuti con i premi Joxe Mari Korta 2021.

La cerimonia di premiazione, i cui vincitori sono stati annunciati l ‘ 11, si è svolta presso la sede di Lehendakaritza, a Gasteiz, ed è stata chiusa dal lehendakari.

In un breve discorso, Urkullu ha evidenziato “la visione, la capacità di anticipazione e l’impegno”di Victoria Cañas, Gurutz Linazasoro, Fernando Salamero e Ignacio Uria, così come la loro”traiettoria e dedizione”. “Contribuisci a preservare, rafforzare ed estendere i valori che detiene la società basca, intesa come un progetto condiviso; i valori rappresentati dalle persone che si impegnano, investono, rischiano e lottano per realizzare un progetto che avvantaggi la società”, ha aggiunto.

Nel caso di Ignacio Uria, uomo d’affari assassinato dall’ETA il 3 dicembre 2008, ha sottolineato che “la sua eredità continua oggi nell’azienda che ha guidato e in cui la sua impronta di lavoro, impegno, onestà e visione del futuro rimane al di sopra di tutti i tipi di difficoltà”.

Questi premi, istituiti nel 2000 dal governo basco dopo l’omicidio da parte dell’ETA dell’uomo d’affari Gipuzkoan Joxe Mari Korta, riconoscono l’impegno commerciale di persone con una vasta carriera professionale. In questa edizione, i vincitori sono stati il Gipuzkoan Ignacio Uria postumo e Gurutz Linazasoro, insieme a Victoria Cañas e Fernando Salamero.

Victoria Cañas è un’imprenditrice vinicola e promotrice della Biaaf (Bilbao International Art & Fashion). Dal 2006, è l’unica proprietaria della cantina Díez-Caballero, che commercializza vini in 14 paesi. Questa azienda esporta il 74% della sua produzione e ha più punti vendita, mentre la vendita online rappresenta il 34% del suo business.

Insieme a un gruppo di donne imprenditrici, Cañas ha contribuito alla creazione di Bilbao International Art&Fashion, che è riuscita a tessere reti internazionali, posizionare Bilbao come riferimento nel design emergente, formare una cava di giovani designer e introdurli nei circuiti globali d’avanguardia.

Gurutz Linazasoro è socio fondatore e presidente di Vivebiotech, azienda gipuzkoana che dal 2015 conduce la creazione in quel territorio di un ecosistema specializzato in biotecnologie sanitarie, orientato alla medicina personalizzata e di precisione. Vivebiotech è uno dei leader europei nello sviluppo e nella produzione di vettori virali. Linazasoro è un neurologo specializzato nella malattia di Parkinson e nelle malattie neurodegenerative.

Fernando Salamero, da parte sua, è presidente dell’Associazione del Gruppo Bodegas de Rioja e di SEA-Bodegas Marquistas de Áava. Attualmente, presiede l’Associazione del Gruppo Bodegas de Rioja, che rappresenta oltre l ‘ 80% dell’attività vinicola nella Denominazione di origine Rioja. Fino allo scorso giugno 20, e negli ultimi quattro anni, Salamero era il presidente del Consiglio di regolamentazione della DOC Rioja.

L’Azpeitiar Ignacio Uria, assassinato nel 2008 dall’ETA, è stato riconosciuto con il Premio Korta 2021 postumo. Operaio dall’età di 14 anni, con l’aiuto dei suoi fratelli, Imanol e José Mari, ha trasformato la piccola impresa di costruzioni creata da suo padre, Alejandro Uria, in una delle più importanti imprese di costruzioni basche.

“Contribuisci a rafforzare ed estendere i valori dell’azienda basca come un progetto condiviso”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *