Nuovi scontri tra polizia e manifestanti si susseguono questa mattina nelle proteste dei metalmeccanici di Cadice, che oggi celebrano il loro nono giorno di sciopero a tempo indeterminato.

Gli incidenti principali si stanno verificando nella baraccopoli del fiume San Pedro a Puerto Real, dove la polizia ha usato gas lacrimogeni e proiettili di gomma per respingere gli scioperanti, che hanno abbattuto e dato fuoco a contenitori e lanciato pietre, marmi e altri oggetti contundenti contro di loro.

In questa zona, il punto più violento delle proteste di oggi, il controverso carro armato della polizia antisommossa non è stato visto per il momento.

A San Fernando e Cadice le proteste, per lo più manifestazioni dei lavoratori, si stanno sviluppando più pacificamente.

Mentre gli incidenti violenti stanno accadendo di nuovo, i rappresentanti sindacali e la Federazione dei datori di lavoro dei metalli di Cadice (Femca) hanno ripreso i negoziati questa mattina presso la sede del corpo di mediazione del lavoro del Ministero del Lavoro, a Siviglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.