Il circo e la musica classica si incontrano per tutto questo mese presso la sede di Euskadiko Orkestra. La formazione ha iniziato il suo ciclo Musika Gela rivolto a scolari in Gipuzkoa con lo spettacolo Euskadiko Orkestra Cirkus, che riunisce un clown, giocolieri, acrobati e musicisti che eseguono composizioni della fine del XX secolo. Un pezzo “sorprendente e spettacolare” che sarà seguito da altre due proposte: Living room music e Botadun katua.

Nel suo desiderio di “alzare il livello ogni anno”, Euskadiko Orkestra ha proposto di portare il circo nelle sue strutture quest’anno. Con un balletto come la sua origine e con evidenti riferimenti a Maurice Ravel, la formazione ha creato Euskadiko Orkestra Circus, uno spettacolo per i più piccoli di godere al ritmo di compositori di più di un secolo fa. I primi pass per le scuole hanno già avuto luogo questa settimana e continueranno per il resto del mese, come hanno annunciato Oriol Roch e Mikel Cañada, direttore generale dell’orchestra basca e capo di Musika Gela, rispettivamente, questa mattina.

“Quando Mikel (Cañada) è venuto dicendo che stavamo per fare un circo, ho allucinato, ma ho detto OK”, ha confessato Roch. Come risultato di questo voucher, Euskadiko Orkestra è riuscita a creare uno spettacolo originale e “soprattutto divertente” per i più piccoli. “I bambini se ne andranno senza sapere nulla delle composizioni che hanno ascoltato perché l’obiettivo è divertirsi con la musica classica”, ha spiegato Cañada.

Ma come si possono combinare composizioni sinfoniche con ingredienti tipici del circo? La risposta è un clown, interpretato da Pituxa, Itziar Saenz de Ojer, che funge da maestro di cerimonie in uno spettacolo con acrobazie Irati Gonzalez e Koldo Arakistain, il violino Itziar Prieto, la tromba di Didier Bousquet e il pianoforte Amaia Zipitria. Una combinazione con un sacco di umorismo –i musicisti non sono estranei ad esso nello spettacolo– e spettacolari esercizi fisici.

In totale, Euskadiko Orkestra Cirkus sarà eseguito in dodici spettacoli per gli scolari prima che i concerti di famiglia si svolgano a gennaio, prima al Kursaal di Donostia (29 gennaio) e poi al Teatro Federico García Lorca di Gasteiz (30 gennaio).

COMPOSITORI CONTEMPORANEI E ‘GATTO CON GLI STIVALI’

Il programma di Musika Gela proseguirà a gennaio con la riedizione di Living room music, un pezzo che faceva già parte del programma Euskadiko Orkestra lo scorso anno e che, dopo il suo successo, tornerà quest’anno. “È un super-spettacolo con un repertorio di musica contemporanea di compositori viventi, alcuni amici dell’orchestra e opere che sono molto difficili da interpretare”, ha spiegato Cañada.

Con una grande messa in scena, Living room music si avvicina al teatro per eseguire con grande ritmo lavori su oggetti insospettabili: da un tavolo a una pentola, passando per bidoni della spazzatura e scale.

Questo spettacolo sarà anche caratterizzato da dodici funzioni scolastiche per un totale di 4.000 bambini e un concerto di famiglia, questa volta, presso la sede di Euskadiko Orkestra il 22 gennaio.

L’ultima delle proposte, dal canto suo, sarà Botadun katua, un adattamento in basco del classico racconto con marionette giganti della compagnia Per Poc. Sotto la direzione di Aaron Zapico, ha dato “sensibilità, squisitezza e bellezza” a questo racconto universale al ritmo di Lully, Marais, Vivaldi e Telemann.

Gli scolari del territorio potranno godere di questa nuova versione del gatto con gli stivali nel Kursaal il 30 e 31 marzo, prima di avere un pass per la famiglia a Gasteiz il 10 aprile al Teatro Principal.

A queste proposte dovrebbe essere aggiunto un altro. Dopo aver partecipato all’ultima edizione di Musika Gela, l’opera Mozart, Nannerl eta lagunak si recherà a Durango il 27 novembre, “dimostrando che le produzioni di Euskadiko Orkestra hanno una vita propria”.

In totale, e se l’evoluzione del covid lo consente, i concerti scolastici aggiungeranno più di 9.000 studenti della prima infanzia, dell’istruzione primaria e secondaria di circa cento scuole. I biglietti per Euskadiko Orkestra Cirkus pass al Kursaal saranno in vendita a dicembre 14.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *