Rapper Jay-Z il Martedì è diventato l’artista che ha raccolto più nomination ai Grammy nella storia, con un totale di 83 nomination, davanti a Paul McCartney, con 81, e Quincy Jones, con 80.

Fino ad ora, Jones è stato il musicista più nominato per i più importanti premi musicali, anche se dopo l’annuncio dei candidati per la 64a edizione dei premi, Jay-Z e McCartney erano in vantaggio aggiungendo rispettivamente tre e due nomination.

La cosa buffa è che Jay-Z non ha pubblicato nuova musica quest’anno e le sue tre candidature provengono da due collaborazioni che aspirano a prendere il titolo di miglior canzone rap: “Bath Salt” con DMX e “Jail” con Kanye West.

Inoltre, Jay-Z potrebbe vincere un Grammy per l’album dell’anno perché appare come uno dei compositori di “Donda”, disco di West che compete nella categoria star dei premi.

Il disco attira ancora più attenzione perché solo un anno fa Beyonce, moglie di Jay-Z, è diventata la cantante che ha vinto più Grammy nella storia, con un totale di 28 grammofoni d’oro.

Davanti a Beyoncé c’è solo l’ungherese Georg Solti, un direttore d’orchestra che ha vinto numerosi premi nelle categorie della musica classica.

Da parte sua, Paul McCartney ha ottenuto due nuove nomination all’età di 79 anni: miglior canzone rock per “Find My Way” e miglior album rock per “McCartney III”.

Dopo Jay-Z, McCartney e Jones, gli artisti più nominati nella storia dei Grammy sono Beyoncé, Kanye West, Georg Solti, Stevie Wonder, Henry Mancini e John Williams.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.